Addetti al primo soccorso: regolamento e corsi necessari

addetti-al-primo-soccorso-regolamento-e-corsi-necessari

L’addetto al primo soccorso è una figura di responsabilitá all’interno della ditta o dell’ azienda, che ha il compito specifico di riconoscere un’emergenza ed intervenire in tal senso in attesa del soccorso medico adatto per la situazione e viene nominato dal datore di lavoro.

Corsi ed argomentazioni

Per diventare addetto al primo soccorso all’interno della propria azienda lavorativa, occorre avere un’istruzione apposita, acquisibile mediante corsi da seguire con precisione e disponibilità. Gli argomenti trattati e, a fine corso, verificati, sono diversi ma tutti atti affinchè il lavoro sia svolto in totale sicurezza ed informazione.

La parte teorica iniziale comprende la corretta procedura attraverso la quale devono essere avvertiti i soccorsi, da come comunicare con gli addetti del 118, alla completezza dei dati da fornire durante l’emergenza; anche il riconoscimento del grado di emergenza in corso e le azioni che la conseguono vengono analizzate e spiegate dettagliatamente, in modo che si allontanino pericoli per sé e per altri che risultano coinvolti; mediante l’approfondimento di nozioni circa l’anatomia, si introduce la teoria relativa alle manovre da operare in caso si debbano sostenere le funzioni vitali che verranno successivamente messe in pratica durante il corso stesso, a seguito di un’analisi generalizzata circa le patologie più diffuse legate alla tipologia di lavoro, fra cause ed effetti.

Accessori fondamentali

All’interno del luogo di lavoro è necessario che siano collocati una cassetta del primo soccorso ben fornita, comprensiva del pacchetto di medicazione e l’elenco dei contenuti minimi che devono essere affrontati dalle aziende, a seconda della classificazione.

Leggi di riferimento

Le leggi che specificano l’obbligatorietà di questa figura nell’ambiente lavorativo si riferiscono all’articolo 45 del D.L. 81/08 e al D.M. 388/03 che riguardano la classificazione delle aziende in base al numero di dipendenti, alla tipologia del lavoro svolto ed ai fattori di rischio che lo stesso comporta, assieme alle attrezzature da utilizzare e alla formazione dei lavoratori implicati.

Si specifica anche la differenza fra primo soccorso e pronto soccorso, spiegando come il primo soccorso supporti in maniera generalizzata il pronto soccorso, i cui addetti hanno formazione più specifica nell’intervento da realizzare.

Durata dei corsi e aggiornamenti obbligatori

Per le imprese classificate come A, si prevedono 16 ore di corso obbligatorio; per quelle di gruppo B servono 12 ore; anche per quelli del gruppo C sono previste 12 ore di corso formativo.
Garantiti per legge, gli aggiornamenti obbligatori relativi al primo soccorso hanno scadenze triennali, le cui durate variano a seconda della tipologia di attivitá che viene svolta.

Corsi online

I corsi di primo soccorso che vengono svolti online non sono assolutamente validi in nessun modo per la legislazione italiana perché privi completamente della parte pratica che segue la teorica e che deve essere accompagnata da simulazioni con l’utilizzo di macchinari appositi, affinchè le conoscenze acquisite possano trovare realizzazione nell’attivitá pratica.

Conclusione

È assolutamente necessario che, sotto stretto consiglio del medico competente al riguardo nominato opportunamente, le aziende prendano atto dell’obbligatorietà dell’addetto al primo soccorso e provvedano alla sua formazione, nell’interesse dei lavoratori implicati e nel rispetto della legge vigente.

Eventuali trasgressioni saranno punite come da legge, con sanzioni amministrative di carattere