Fondi Europei per la Formazione Professionale: tutto quello che devi sapere

Oggi parliamo dei fondi europei per la formazione professionale, i quali rappresentano una risorsa fondamentale per quanto concerne appunto l’ambito dell’aggiornamento professionale.

Ecco tutto quello che bisogna conoscere affinché sia possibile poter sfruttare al meglio questa risorsa.

A cosa servono i fondi europei per la formazione professionale

Per prima cosa è bene capire a cosa servano i fondi europei per la formazione professionale.

Questi servono per organizzare dei corsi che permettono effettivamente ai giovani interessati, specialmente quelli che vogliono avere delle nuove conoscenze in merito a un determinato argomento, di incrementare la loro cultura in merito a un ambito produttivo.
Si tratta quindi di percorsi di studio che garantiscono l’occasione di avere la conoscenza necessaria per poter essere operativi in un determinato campo, know-how senza il quale potrebbe venire a mancare il fattore professionalità, che assume una grande importanza.

Le due tipologie di fondi europei per la formazione professionale

Quando si parla dei fondi europei per la formazione professionale si fa riferimento a ben due tipologie di fondi, ognuna delle quali identificate da caratteristiche ben diverse.

La prima di queste è rappresentata dai fondi diretti, ovvero quelli che vengono direttamente erogati da parte della Commissione Europea: in questo caso i bandi vengono pubblicati direttamente sulla Gazzetta Ufficiale della Commissione Europea e tutte le diverse informazioni vengono rese note sul suddetto documento, offrendo quindi una panoramica generale completa in merito a tale argomento.

La seconda tipologia di fondi europei per la formazione è quello di tipo indiretto.
In questa circostanza le somme di denaro che devono essere sfruttate per l’organizzazione dei vari percorsi formativi viene ceduto agli enti locali e a tutte le altre tipologie di strutture che si occupano di svolgere questi percorsi formativi.
Per parteciparvi, in questa circostanza, i diversi bandi vengono pubblicati sui portali degli stessi enti, nei quali vengono specificate le modalità di partecipazione, gli argomenti che vengono richieste e ovviamente tutte le altre informazioni che assumono la massima importanza affinché sia possibile prendere parte ai diversi percorsi formativi.

Pertanto, periodicamente, è bene valutare con estrema cura tutte le diverse tipologie di bandi che vengono poste sugli stessi, in maniera tale che sia possibile evitare imprecisioni di ogni genere e che si possano venire a creare delle situazioni negative che impediscono al corsista di avere tutte le informazioni necessarie per poter essere aggiornato su quel determinato argomento.

Gli scopi principali dei fondi europei per la formazione

Sono due invece gli scopi che devono essere perseguiti dai suddetti fondi, di cui il primo riguarda necessariamente la possibilità di offrire un’agevolazione ai piccoli imprenditori che intendono avviare una loro attività.
In questo caso i bandi sono dedicati interamente alle piccole realtà che operano in un settore in cui vi è carenza di imprese in quell’ambito: per esempio quello agricolo potrebbe essere una delle tante attività nelle quali è possibile operare in una determinata area dell’Italia, in quanto tale settore non è presente in quantità uguale in ogni parte della penisola.

In questa circostanza la domanda per partecipare al bando deve essere compilata inserendo tutte le diverse informazioni e scopi che devono essere perseguiti dall’impresa, che otterrà un punteggio nella graduatoria grazie al quale è possibile ottenere una somma di denaro atta a sviluppare l’impresa stessa.

La seconda tipologia è invece dedicata alle piccole imprese con meno di 10 collaboratori che hanno intenzione di evolversi sotto il profilo della produttività.
Pertanto, anche in questa circostanza, la domanda di partecipazione deve essere compilata con attenzione e il fondo non è completamente perduto, dato che la metà dello stesso deve essere restituito mediante il raggiungimento degli obiettivi prefissati con tasso agevolato.

Inoltre i fondi servono anche per offrire percorsi di studio e altri: eventi come l’Erasmus e altre tipologie di strumenti per formazione e studio in altri Paesi europei rappresentano alcune delle risorse che possono essere sfruttate e che vengono finanziate grazie a questo particolare fondo.

Ecco quindi tutto quello che riguarda i fondi europei per la formazione professionale, la quale assume una grande importanza per il futuro delle diverse imprese e lavoratori che vogliono avere l’occasione di essere adeguatamente formati in un determinato argomento, il quale può essere fondamentale per la propria carriera professionale e lavorativa.