Metodologie Didattiche, Digitali e Nuovi Ambienti di Apprendimento

Competenze digitali per una nuova didattica.

L’intervista ad un docente scolastico.

Una mappa interattiva può essere utile nella didattica di un docente di storia?

Come si individuano contenuti sicuri nella rete per ideare e creare operosità utili e interessanti per lo studio e la comprensione?

L’uso del digitale è oggi eccessivamente diffuso già alla scuola primaria e consolidato alla secondaria di I grado. Oggi lo smartphone viene utilizzato decisamente meno per telefonare e più per tenersi in contatto mediante strumenti come whatsapp e musical. ly , vedere video su YoutTube o cercare contenuti online. Energica è poi la presenza dei giovanissimi sui social network, che permettono a tutti, di mantenere i contatti con i propri amici e con i propri cari.

Propagazione però non significa comprensione delle potenzialità e dei limiti dei nuovi media. Gli alunni sono infatti per la maggior parte fruitori di contenuti digitali ma non capiscono fino in fondo la terminologia dei nuovi media rivolto alla creazione di contenuti. Gli alunni non hanno maturato le competenze per distinguere mentre navigano nel web tra contenuti sicuri e “fake news” e ciò li espone particolarmente impedendogli un uso corretto di tali contenuti nel processo di apprendimento.

Come si possono adoperare i nuovi media come risorse didattiche?

I nuovi media ed il web possono essere un valevole supporto all’apprendimento se giustamente integrati nella progettazione didattica. Non parliamo solo di ricerche in rete di materiali di approfondimento ma di prodotti interattivi che permettono agli scolari di apprendere sviluppando capacità e competenze richieste dal curricolo scolastico.